Grappa-per-piacere-copertina

Dalla presentazione del libro:

Parafrasando quanto affermava il grande enologo Emile Peynaud per il vino, anche noi possiamo dire che a fare la cattiva qualità della grappa sono i cattivi bevitori. In altre parole, senza conoscere le caratteristiche, i pregi e i difetti che fanno la qualità della grappa, non solo è impossibile diventare dei buoni bevitori, ma si resta complici delle grappe cattive, impedendo a quelle buone di essere riconosciute come devono. Ma conoscitori della qualità della grappa, e dunque buoni bevitori delle grappe di qualità, si diventa anche per imparare a prendere piacere dal loro giudizioso consumo. Il tema che ci siamo dati e che abbiamo cercato di svolgere, risponde quindi ad un elementare percorso logico: conoscere per apprezzare la qualità e prenderne il piacere. Un percorso obbligato e necessario, ma certo laborioso per chi ci si avventurasse senza una buona guida...

Download del libro "Grappa per piacere" - 812 KB